Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: lunedì, 21 novembre 2011 - 23:08:48

E la chiamano liberta'

 

E' da luglio che se ne parla ma, con l'avvicinarsi della fine dell'anno e con tutto quel po' po' di roba che è successo e succederà, le ipotesi iniziano a susseguirsi sempre più incalzanti eppure con un denominatore comune: il regime dei minimi sta per decadere!!! (urlo di raccapriccio fuori scena).

Oggi la mia commercialista mi ha convocato e, con toni funerari, mi ha consigliato di darmi da fare a recuperare un po' di crediti. Motivo: il regime dei minimi (alias partite iva a regime "agevolato" per chi non supera un lordo annuo di 30.000 euro? e... per chi non supera i 15.000? e i 10.000?.... ah, è uguale... eh, cosa dite?, che inquiniamo il mercato ed è colpa nostra se l'economia è andata in m**** e nessuno riesce più a farsi pagare per quel che vale?..... va beh, scusate, ci pagavo almeno 4 o 5 rate del mutuo, ma pazienza....), dicevo, il regime dei minimi sembra arrivato al termine e "se non ti pagano quello che hai già fatturato entro l'anno, dovrai procedere al ricalcolo dell'Iva e, se hai pattuito un lordo, c'è il caso che si rifiutino di pagartela e te la debba pagare tu....". Sì, perché no?, non mi bastano gli acconti Inps che mi stanno falcidiando metà di quello che mi era rimasto in tasca dopo la dichiarazione dei redditi... Contando poi che il 60% di quello che ho fatturato mi verrà pagato a 60 giorni... fino ai 180 di un Ente che è stato il mio più grosso committente quest'anno: lavoro finito a luglio, pagato a gennaio 2012.

Stupisce un po' (ma nemmeno più tanto) sapere che non siamo solo noi, sfigati della Comunicazione, a naufragare in questa barca: anche gli un tempo danarosamente celebrati ingegneri e architetti se la cavano malino e, rivelandosi ottimi comunicatori, iniziano a metter su una protesta niente male che si spera sia la prima a partire e si estenda presto a tutte le professioni e professionalità, dove ci sono Ordini che non tutelano gli iscritti e dove la debolezza dei "finti liberi professionisti" è quella, invece, di autentici schiavi moderni!

Gente che, con competenze al top, fattura a un "cliente", che è in realtà un datore di lavoro che non assume, oppure cerca di sommare più commesse, sbattendosi oltre misura per procurarsele e non avendo la MINIMA possibilità di argomentare su quando, e spesso neanche su quanto, venire pagata.

E chi suggerisce di rifiutare, di non iniziare nemmeno a lavorare, forse pensa che questi "liberi professionisti" vivano dentro un'economia rurale di baratto, dove piuttosto che rimbambirmi davanti al pc, posso fare le marmellate coi frutti spontanei del bosco e poi scambiarle con il latte della mucca del vicino!

Sapete cosa vi dico? Che sono incazzata e che spero mi duri, e tanto.