Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: giovedì, 15 dicembre 2011 - 23:03:19

Scolastico o fluente?

Oggi iniziamo a parlare di LINGUE.

Perché - supponendo di essere "candidati" nell'accezione più classica del termine, ovvero di stare proprio cercando un lavoro in maniera canonica, filtrando annunci su annunci - è ancora e sempre vero che conoscere altre lingue ci darà dei punti in più rispetto alla concorrenza.

Altre lingue dunque. Sì, ma quali?

Lasciamo che siano i numeri a parlare:

nella giornata odierna, lanciando una ricerca, per esempio sul totale degli annunci presenti in Job Crawler, utilizzando come chiave "lingua inglese", ne emergeranno ben 24.814, a fronte di un risultato pari a 293 per "lingua cinese" e 28 per "lingua araba".

Il dato numerico - che autorizzerebbe a concludere che le lingue orientali sono ancora una richiesta di nicchia e che la conoscenza dell'inglese è comunque un plus specificato da molte aziende - cambia tuttavia se ci soffermiamo a considerare la tipologia dei profili corrispondenti alle richieste per l'inglese piuttosto che per le lingue orientali: di tutto un po' e a livelli molto diversi per l'inglese, salvo dove se ne chieda l'OTTIMA padronanza; profili assai specifici e determinati per il cinese - dove tuttavia sono presenti anche ruoli esecutivi di non particolare spessore (per esempio "addetto-vendite" o "operaio addetto al montaggio") - e ancor più per l'arabo, con ruoli anche di alto profilo nel commercio internazionale o di elevato contenuto tecnico.

Rimane da capire come interpretare la quota di richieste espresse per cinesi o arabi madrelingua, richieste che segmentano in modo particolarmente interessante il mercato del lavoro per i cittadini extracomunitari residenti in Italia, cui però, ovviamente, è richiesto parallelamente un buon grado di formazione e cultura.

Ciò a concludere, un po' a grandi linee (ma ci torneremo con analisi più particolareggiate), che l'inglese va saputo BENE e che le lingue orientali sono da prendere in considerazione per integrare la propria formazione alla stregua di un'alta specializzazione (considerata anche la particolare difficoltà della materia!).

Richiedono una riflessione a parte le altre lingue europee, divise anche queste tra Ovest ed Est Europa. E sembra interessante anche capire dove sono localizzate le Aziende che cercano profili linguisticamente particolari...

Domani ci proviamo!