Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: mercoledì, 29 febbraio 2012 - 18:39:50

Da minimi a... superminimi!

Detto in due parole semplici semplici: per quelli che erano già minimi, non c'è più la ritenuta d'acconto del 20%. Percui, al mio netto, dovrò caricare solo il 4% di rivalsa INPS (se sono iscritto alla gestione separata, altrimenti neanche quello), che prima vedevo scavato nel 20% di cui sopra e che adesso - ma perché solo adesso?? - vedo a tutti gli effetti aggiunto al netto.

A suo tempo pagherò un'imposta... per dirla con la commercialista "nella misura del 5%"... che poi nessuno osa chiedere... ehm... 5% di cosa?

A beneficio di chi dico tutto ciò? Oltre che di chi, come me, ha P.Iva da qualche anno e pensava quasi di doverla chiudere per il rischio di abolizione dei minimi e relativo trionfale ingresso nel mondo della gestione ordinaria (e invece no: si prolunga per almeno altri 2 anni, o così pare...), anche per chi la P.Iva la deve aprire per la prima volta e sono, siete, siamo, in tanti, se vogliamo iniziare o continuare a lavorare, in attesa della tanto sospirata riforma contrattuale.

Quello che è strano è che, anche stavolta, non c'è un inquadramento univoco... tant'è che si sprecano i chiarimenti e ci sono un sacco di situazioni borderline che non si sa da che parte andranno a ricadere o come continueranno a essere gestite.

Sta di fatto che, in base a circolare dell'Agenzia delle Entrate del 22.12.2011, chi è sotto i 30.000 euro annui, fatturerà in maniera estremamente semplificata (ottimo, questo modellino di professionearchitetto.it!) e la sua posizione come contribuente sarà effettivamente alleggerita di molto.

Viene solo da chiedersi: ma a chi, prima, mi dava 1000 Euro compresa la ritenuta, posso continuare a chiederne 1000... tutti per me???