Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: mercoledì, 6 giugno 2012 - 11:47:47

Il tuo C.V. in forma multimediale

Lo sviluppo di nuove tecnologie cambia le nostre abitudini, così sta cambiando, lentamente, anche il supporto per il nostro c.v. Oggi è possibile superare la carta o almeno usare in alternativa o in parallelo altre forme di presentazione.

Mi riferisco a presentazioni vocali, il cosiddetto audio-curriculum, utilizzando un servizio di podcasting, e a presentazioni video, attraverso vari siti che offrono tali servizi in modalità free o a pagamento.

Questi “nuovi” strumenti permettono di scatenare la fantasia e di realizzare una presentazione di sé che supera la logica del semplice C.V.-Testo. Infatti, nel nostro C.V.-Multimediale possiamo inserire un link alla nostra pagina Linkedin, o Facebook (basta che questa non contenga solo scambi tra amici e foto del mare) o al nostro sito/blog personale; possiamo inserire file dei nostri lavori, siano questi artistici, di scrittura, di progettazioni o altro; possiamo inserire una registrazione audio con un nostro messaggio personale che esprima quelle che sono le nostre aspettative e aspirazioni, ecc.

Ma dove possiamo trovare gli strumenti necessari per creare un C.V. Multimediale? Basta una semplice ricerca in Google o altri motori di ricerca per avere una lista di siti dedicati a questo argomento; io, qui, ve ne segnalo uno, come esempio, che è DoYouBuzz, ma ce ne sono molti altri.


Vorrei anche segnalare il sito di Valerio Quatrano, Video Virale, e in particolare il suo articolo dedicato proprio a “Come creare un curriculum vitae video”.


A questo punto dobbiamo chiederci se la forma multimediale del C.V. sia apprezzata o meno dai selezionatori. Diciamo che per quanto riguarda il recruiting online i selezionatori sono sicuramente più abituati di altri a maneggiare materiale multimediale e quindi, in linea di massima, potrebbero apprezzare una presentazione del candidato che vada oltre il semplice testo scritto. Poi, dipende anche dal tipo di lavoro e dal tipo di professione; bisogna valutare se è il caso di presentare un C.V. multimediale o se invece lo strumento potrebbe apparire troppo “presuntuoso” o addirittura eccessivo e inutile. Magari, per alcuni lavori, è possibile pensare a un doppio C.V., quello tradizionale e quello multimediale. Come in tutte le cose occorre avere un minimo di equilibrio, cioè non pensate ora di creare un mega-trailer in HD sulla vostra vita e professione, basta di solito una cosa sobria e gradevole, che possa essere percepita come espressione della vostra creatività e intraprendenza, senza però diventare troppo “invasiva”, per intenderci.

Ora, al di là dell’opportunità o meno di presentare a una agenzia o ad una azienda un C.V. Multimediale, credo sia utile almeno fare un giro nei siti che ho indicato prima (o in altri) tanto per rendersi conto di quali sono le opportunità che abbiamo a disposizioni e poi chissà… potrebbe anche essere divertente creare un C.V. “alternativo” da utilizzare nelle più svariate occasioni, anche non strettamente professionali.

 

Elisa Sanacore