Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: venerdì, 8 giugno 2012 - 11:56:58

Stagisti retribuiti

Il contratto di stage viene sempre visto nell'ottica dello sfruttamento, eppure nell'azienda dove ho lavorato non è mai stato così, e chi veniva per un tirocinio o per uno stage è sempre andato via con un bel bagaglio culturale aggiuntivo; qualcuno anche con del denaro. Nel passato è capitato anche che, dopo un tirocinio di laurea, l'ex studente sia diventato poi collega.

Qualche giorno fa navigando sul web mi imbatto in un bando promosso dalla Provincia di Novara pubblicato il 17 maggio: 25 posti di lavoro
retribuito per 530 euro al mese con contratto di stage
qui

 

Mi dico: "Andranno via come il pane"; propongo comunque il bando ad un'amica che pero' mi fa notare che è destinato solo a chi ha cittadinanza italiana. Un po' amareggiato provo a scrivere un'email all'ufficio della Provincia e ricevo subito risposta: valuteranno la mia opinione. Penso che probabilmente potrebbe esser visto come discriminatorio il non permettere a chi ha residenza, ma non è ancora cittadino italiano, di partecipare ad un bando, che al massimo si dia un punteggio in piu' a chi ha la cittadinanza, se proprio si vuole far del
protezionismo.

 

Oggi vengo a sapere che la scadenza è stata prorogata dall'8 giugno al 18 giugno, e il dubbio sorge forte: che non ci siano abbastanza persone di quell'età che abbian davvero voglia di mettersi in gioco, per lo piu' pagate?! E la bella notizia è che han tolto anche il paletto della cittadinanza: un applauso!

Poi curioso navigo su altri portali e scopro che non è raro trovare con queste forme di contratto (a volte le chiamano “borse di lavoro”) pur nella crisi economica, situazioni molto interessanti e retribuite, anche per fare un'esperienza all'estero: in Irlanda ad esempio, o uno nella Croce Rossa a Londra.

 

E quindi ecco dimostrato che non tutte le esperienze di stage devono per forza portare il lavoratore a far fotocopie o passare l'aspirapolvere come il flashgame sarcastico Vita da stagista ci allena a sopportare.

Ma se anche non proponessero viaggio, vitto e alloggio pagati...perchè non farci su un pensierino: la prossima volta che si manderà via il cv almeno ci sarà qualcosa in piu' da raccontare...un'esperienza in piu' per poter emergere dalla massa.

Buone ricerche!

                                                                                                                                                                                                         image credits: flash games