Professione Candidato

Il "mestiere" di cercare lavoro

Scritto il: venerdì, 7 dicembre 2012 - 15:06:21

Una proposta dell'Unione Europea contro la disoccupazione giovanile

Il responsabile delle Politiche sociali della Commissione Europea in questi giorni ha presentato una proposta agli altri membri della Commissione: estendere a tutti gli Stati dell’Unione il principio adottato in Finlandia per risolvere il problema della disoccupazione giovanile, secondo il quale ad ogni uomo e donna sotto i 25 anni, o ai neolaureati sino a 30, si deve offrire un posto di lavoro, un tirocinio, una borsa di studio, o un periodo di reinserimento, entro tre mesi dal momento in cui ha dichiarato d’essere senza occupazione o di averla persa. L’unica differenza sarebbe il termine, che per l’Europa diventerebbe entro quattro mesi. Ma con questa prospettiva, cosa volete che siano 30 giorni in più o in meno…

Sarebbe davvero una gran bella cosa. Il problema è che in Italia, con l’aria che tira e l’organizzazione disorganizzata che regna,  resterebbe solo un’idea.. Considerando poi il fatto che non sarebbe vincolante per i Paesi dell’Unione, ma solo un caloroso invito ad attuare questo principio, addirittura già a partire dal 2013. Oggettivamente non sarebbe però di facile attuazione. Dal dare le linee guida di un progetto al metterlo in pratica ce ne passa.  Oltre ai costi, richiede infatti un dispiegamento di forze sinergiche di enti e istituzioni mica da poco.
Certo che sarebbe una bella idea

Sabrina Maio